GIORNO 3 – SABATO 22 APRILE

09.00 – ISTITUTI ANATOMICI

ANATOMIA DI UNA SCOPERTA MAI AVVENUTA. DALLA CERA ALLA ROBOTICA
Anatomisti Bolognesi
Nell’aula Magna degli Istituti Anatomici dell’Università di Bologna sarà proiettata una pellicola del 1944, The Monster Maker di S. Newfield, che in modo suggestivo narra di uno scienziato folle che inietta in un individuo il “virus dell’acromegalia”. Si tratta di un ottimo pretesto per analizzare gli errori che attraverso la storia hanno permesso di collocare la patologia ipofisaria nella corretta dimensione clinica. Percorrendo le sale del Museo Anatomico L. Cattaneo, l’ osservazione della cera anatomica di Cesare Taruffi raffigurante un acromegalico consentirà quindi di raccontare “una scoperta mai avvenuta”.  L’ approfondimento storico scientifico si concluderà nella Sala Settoria degli Istituti Anatomici, dove, su teste di cadavere umano, verrà effettuata una dimostrazione tramite Endoscopio 3D ad alta risoluzione della moderna tecnica di accesso per via trans-nasale alla ipofisi, ghiandola il cui “mal funzionamento” è alla base della patologia acromegalica.
I visitatori, immersi in un’atmosfera ottocentesca, saranno i protagonisti dell’indagine clinica dalla cera alla robotica. Il progetto è frutto della collaborazione tra gli Anatomisti dell’Università di Bologna e i Neurochirurghi dell’Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna.

09.30 – TEATRO DELL’ACCADEMIA DI BELLE ARTI

LA PAROLA AI GIURATI
Evento teatrale e laboratorio  per le scuole secondarie di secondo grado

Attraverso una drammaturgia essenziale, sarà presentato agli studenti un caso medico caratterizzato da una forte problematica bioetica. Il finale della vicenda verrà lasciato volontariamente aperto, in modo da offrire lo spunto per un’attività laboratoriale sulle complesse questioni scientifiche, filosofiche e morali sollevate dal caso. Gli studenti, divisi in gruppi e aiutati da alcuni esperti animatori, diventeranno così i protagonisti di un dibattito di bioetica e saranno chiamati, come una vera e propria giuria, a scegliere il finale della storia che ritengono più “giusto”, argomentando la loro decisione davanti ai compagni.
Destinatari: studenti delle scuole secondarie di secondo grado. Su prenotazione (inviare una mail a festivaldellascienzamedica@genusbononiae.it)

10.00 – SALA DELLA CULTURA

IL NATURALE E L’ARTIFICIALE: TRA BIONICA E FUTURA ROBOTICA
Antonio Autiero
Andrea Stella
Giovanni Torsello
La sostituzione progressiva di parti vitali del nostro corpo con organi artificiali avviene oggi in un ideale viaggio dalla cute al cuore attraverso l’aorta, la principale arteria. Progressivamente si è consolidata una tecnica mini invasiva, percutanea Endovascolare che dalla arteria femorale permette di ricostruire Valvole cardiache, Aorta toracica e Addominale e le arterie viscerali, del Fegato Milza e Reni. Questa nostra inesorabile trasformazione pone interrogativi etici riguardo al nostro essere uomini, tra bionica e futura robotica.

11.00 – SANTA MARIA DELLA VITA

TRA LA VITA E LA MORTE. STUDIO E PRATICA DELLA MEDICINA DI UN TEMPO
Visita con intervento teatrale per l’utenza libera

Una visita animata che dal santuario di Santa Maria della Vita ripercorre i primi luoghi dedicati alla cura dei malati e allo studio della medicina, raggiungendo lo storico Palazzo dell’Archiginnasio. Un viaggio nel centro di Bologna in compagnia di un bizzarro studente che racconterà storie e aneddoti della vita universitaria di un tempo.
Visita guidata per l’utenza libera. Su prenotazione (inviare una mail a festivaldellascienzamedica@genusbononiae.it)

11.00 – SALA DEGLI ATTI

VISITA IN CORSIA. REPARTO DI DERMATOLOGIA
Una visita nella corsia della storia con: Massimino Negosanti e Annalisa Patrizi
Tornano, negli spazi ormai tradizionali della Sala degli Atti di Palazzo Re Enzo, le visite in corsia. Un viaggio nel tempo, dalla tradizione all’innovazione, un percorso guidato da alcuni protagonisti della Scuola di Medicina di Bologna, seguendo gli sviluppi della scienza della guarigione. Un appuntamento esclusivo di Bologna Medicina.

11.00 – STABAT MATER 

A NASO: IL NEMICO IN CASA. IL MICROBIOTA NASALE E LE INFEZIONI DA STAPHYLOCOCCUS AUREUS
Andreas Peschel
Introduce e coordina: Lucio Ildebrando Maria Cocco
Stafilococcus aureus è un costituente del microbiota nasale nel 20-30% della popolazione umana e rappresenta anche la causa più frequente di infezioni invasive potenzialmente mortali nell’emisfero nord. La predisposizione individuale a essere colonizzati da S. aureus e la transizione del microrganismo da commensale a patogeno rappresentano stimolanti esempi di coevoluzione ospite-microbo e di processi di adattamento. Recenti scoperte sui meccanismi molecolari che governano l’interazione di S. aureus con le cellule nasali, l’interferenza col microbiota e l’evasione delle difese dell’ospite gettano nuova luce sullo stile di vita di uno dei principali patogeni dell’uomo e aprono nuove strade per approcci innovativi a prevenzione e terapia.

11.00 – ORATORIO DI SAN FILIPPO NERI

IL DIABETE DI TIPO 2 E’ UNA MALATTIA VIRALE?
Enzo Bonora
a cura di: Società Italiana di Diabetologia e Fondazione Diabete Ricerca Onlus
La diffusione del diabete tipo 2 sembra “virale”. Le società umane paiono essere infettate da un “virus” che si trasmette facilmente in presenza di industrializzazione, meccanizzazione, urbanizzazione, inquinamento, stress psico-fisico, ricerca di ricompensa nel cibo, alimenti a elevato tenore calorico, grande pressione pubblicitaria nei confronti dell’alimentazione. Il vaccino contro questa pandemia si chiama “conoscenza”.

11.30 – SANTA MARIA DELLA VITA

LA RELAZIONE MEDICO-PAZIENTE: UNA PROSPETTIVA NEUROSCIENTIFICA
Fabrizio Benedetti
La relazione medico-paziente rappresenta uno dei più antichi e tradizionali elementi fondativi della medicina. Le moderne neuroscienze consentono di descrivere cosa succede nel cervello del paziente quando interagisce con il proprio medico. Ciò che sta emergendo è che questa interazione speciale e unica, dove il paziente crede e spera, attiva gli stessi meccanismi che sono attivati dai farmaci.

11.30 – AULA DELLE CONFERENZE SOCIETÀ MEDICA CHIRURGICA DI BOLOGNA

NON SOLO FARMACI: TRIAL CLINICI E VALUTAZIONE DELL’ EFFICACIA
Pietro Grossi
Patrizia Popoli
a cura di: Alfasigma
Gli ultimi 30 anni hanno visto un enorme sviluppo di studi scientifici volti a dimostrare l’importanza dei prodotti nutraceutici (medical food, integratori alimentari) nel prevenire o ridurre il rischio delle malattie croniche. Spesso il consumatore/paziente si rivolge al medico per ottenere la conferma dei potenziali benefici di questi prodotti che sono supportati da studi clinici ad hoc e pubblicizzati attraverso i media. Al medico è quindi richiesta una valutazione attenta delle evidenze scientifiche e cliniche per poter integrare questi prodotti nei regimi dietetici e terapeutici. Oggi affronteremo con rappresentanti dell’autorità regolatoria e della ricerca farmaceutica industriale il tema dell’importanza degli studi sull’uso innovativo di alimenti a fini medici speciali (medical food) in prevenzione e terapia.

11.45 – SALA DI RE ENZO

Presentazione del Position Paper “I VACCINI E LE VACCINAZIONI”
Giorgio Cantelli Forti
Fausto Francia

12.00 – SALA DI RE ENZO

SUI VACCINI E L’ANTIBIOTICO RESISTENZA. VECCHIE E NUOVE EMERGENZE DELLA SALUTE GLOBALE
Roberto Burioni
Nicoletta Luppi
Angela Santoni
Introduce e coordina: Gilberto Corbellini
Avolte ritornano! Le grandi epidemie del passato che nel corso del Novecento sono state progressivamente scongiurate grazie ai vaccini, e le morti inesorabili causate dalle ​infezioni batteriche che gli antibiotici hanno impedito con crescente efficacia, si riaffacciano all’attenzione della scienza medica. La scellerata propaganda contro i vaccini sta riducendo la cosiddetta immunità di gregge per diverse infezioni, mentre il cattivo uso degli antibiotici, i movimenti demografici e i normali meccanismi evolutivi stanno diffondendo la resistenza dei batteri agli antibiotici. Diventa urgente sviluppare nuove strategie per migliorare l’efficacia delle campagne vaccinale e progettare nuovi e più efficaci antibiotici.

12.00 – SALA DELLA CULTURA

AUTOPSIE E IMPRONTE GENETICHE: QUANDO LA MORTE SVELA IL CRIMINE. DALLA FICTION LETTERARIA E TELEVISIVA ALLA REALTÀ’
Gianfranco Bangone
Andrea Del Ferraro
Susi Pelotti
Claudio Rapezzi
In che modo la morte può svelare la natura del crimine? Attraverso esempi tratti dalle fiction che immaginano le situazioni ideali, fino ad arrivare alla realtà spesso complessa, e risalendo al passato, in particolare alla prima autopsia giudiziaria eseguita proprio a Bologna nel 1302, si mostrerà in che modo il corpo parla dopo la morte; e come possiamo ascoltarlo con l’autopsia tradizionalmente intesa, ma anche con quella virtuale, molecolare, psicologica. Un lavoro fondato su una metodologia che avvicina il medico all’investigatore.

12.00 – STABAT MATER 

IL MONDO DEGLI ULTRASUONI: L’INSEGNAMENTO DELLA NATURA
Peter Burns
Introduce e coordina: Luigi Bolondi
È ben noto come i pipistrelli e i delfini “vedono” attraverso l’eco prodotta dagli impulsi sonori che emettono. Si può ben dire che questa soluzione evolutiva abbia ispirato la ricerca tanto da offrire oggi, con l’”imaging” prodotto degli impulsi sonori, un fondamentale strumento in medicina. Ma l’evoluzione e gli animali c’insegnano qualcosa in più: i delfini rilevano la velocità delle loro prede grazie all’effetto Doppler, ovvero quello che noi utilizziamo per avere l’immagine del flusso sanguigno; i gufi costruiscono la rappresentazione di una scena sonora riuscendo così a dare definizione al riflesso delle strutture ambientali circostanti. Ancor più sorprendentemente i gamberi stordiscono le loro prede per mezzo di suoni e piccole bolle, gli stessi “strumenti” che noi usiamo per “rompere” le strutture a protezione del cervello, così da permettere ai farmaci anticancro di penetrare in situ.

15.00 – STABAT MATER 

L’ERA DEI BIG DATA. INTELLIGENZA ARTIFICIALE E MEDICINA
Enrico Bucci
Andreas Hoeft
L’innovazione tecnologico-informatica che avrà il più rilevante impatto sulla medicina sarà l’Intelligenza Artificiale (IA). La coincidenza della disponibilità dei big data e di nuovi strumenti di analisi degli stessi, le nuove tecnologie per l’analisi semantica dei dati destrutturati, il cloud computing and il machine learning facilitano un salto nell’IA. I sistemi basati su cloud computing presto supereranno il test di Turing, nel senso che gli utenti non sapranno dire se stanno interagendo con una macchina o con un essere umano, inclusi gli aspetti di emulazione delle emozioni e dell’empatia. Anche se questi sviluppi metteranno a rischio diverse specialità mediche, un miglioreranno la qualità delle cure fornite al paziente e la sua sicurezza in ospedale, grazie a decisioni prese da sistemi superintelligenti usando le informazioni del sistema ospedaliero. Quanti anni dovremo attendere per trovarci in questo scenario?

15.30 – ORATORIO DI SAN FILIPPO NERI

IL RITORNO DI LOMBROSO? GENETICA E NEUROSCIENZE DEI COMPORTAMENTI ANTISOCIALI
Pietro Pietrini
Quanto il comportamento umano è determinato da fattori genetici e quanto è invece influenzato dall’ambiente? Che rapporto esiste tra cervello e libero arbitrio, ossia la capacità di comprendere il significato delle proprie azioni e di agire in un senso o in un altro? Alla luce delle nuove conoscenze delle neuroscienze, l’eterna diatriba nature vs nurture, vale a dire se sia prevalente il ruolo di fattori (neuro)biologici o di quelli culturali, appare superata. Sappiamo oggi che diverse costellazioni genetiche modulano la permeabilità dell’individuo agli effetti di fattori ambientali, rendendolo dunque più o meno vulnerabile alla presenza di fattori negativi, quali l’abuso e la violenza in età infantile. A partire dai geni di plasticità, i recenti avanzamenti delle neuroscienze hanno implicazioni più generali anche in ambito forense, etico e riabilitativo.

16.00 – SALONE DEL PODESTÀ  

I SOGNI SON SEMPRE DESIDERI? PARASONNIE E ISTINTI PRIMARI NEL SONNO
Carlos H. Schenck
Introduce e coordina: Giuseppe Plazzi
Le parasonnie sono disturbi del comportamento, emotivi e del sistema nervoso autonomo che intervengono durante il sonno e possono manifestarsi durante ogni stadio, inclusi il sonno REM (Rapid Eye Movements) e quello Non-REM, e durante il sonno vigile o negli stati transitori sonno-veglia. Il sonno nel suo insieme è portatore di una vulnerabilità alle parasonnie. Alcuni comportamenti istintuali possono emergere patologicamente con le parasonnie, come aggressione, consumo di cibo, attività sessuale, locomozione e terrore. Si tratta complessivamente di comportamenti istintuali che possono diventare patologicamente intrecciati in mondo da automantenersi. Usando dei video e dei casi clinici saranno illustrate e discusse le parasonnie.

16.00 – TEATRO ANATOMICO DELL’ARCHIGINNASIO

LEZIONE DI ANATOMIA: EVENTO TEATRALE PER LE FAMIGLIE
Genitori e bambini sono invitati a partecipare a una “lezione anatomica“ nel suggestivo Teatro Anatomico dell’Archiginnasio. Uno spettacolo dove animatori professionisti racconteranno le meraviglie del corpo umano in modo divertente e coinvolgente.
Biglietto di ingresso adulti € 3,00, bambini gratuito. Su prenotazione (inviare una mail a festivaldellascienzamedica@genusbononiae.it)

16.00 – SALA DI RE ENZO

“PRONTO? DICA TRENTATRÉ’!”. IL FUTURO E’ NELLA TELEMEDICINA?
Giuseppe Boriani
Federico Lombardi
Manlio Nicoletti
Marco Pozzi
Claudio Rapezzi
Studio Pacinotti-Telbios, Gruppo ABMedica

a cura di: Intesa Sanpaolo
Il futuro della Medicina è già presente: la consultazione medico-chirurgica a distanza fra differenti centri grazie alla telemedicina; la didattica da remoto; il monitoraggio a distanza dei pazienti portatori di dispositivi elettrici intratoracici; l’utilizzo medico di “app” (applications per smartphones) per rilevare la frequenza cardiaca, ritmo e informazioni relative a prognosi, stratificazione del rischio cardiologico, controllo delle terapie, sorveglianza dei disturbi cognitivi, ​norme dietetiche, esercizio, etc. La medicina ha ancora​ un grande futuro.

16.30 – AULA DELLE CONFERENZE SOCIETÀ MEDICA CHIRURGICA DI BOLOGNA

COME ACCOMPAGNARE LA NASCITA E LO SVILUPPO DI STARTUP NEL SETTORE DELLE SCIENZE DELLA VITA
Fabrizio Landi
a cura di: Intesa Sanpaolo
Il futuro della Ricerca Farmaceutica, Biotecnologica e Med-Tech è sempre più basato sulla capacità delle nuove aziende Start Up di pensare soluzioni innovative e disruptive, rispetto allo sviluppo convenzionale di nuovi prodotti farmaceutici e biomedicali. Le grandi aziende riconoscono questo, basti pensare che già oggi circa 2/3 dei nuovi prodotti farmaceutici nasce da ricerche autonome di Start Up innovative. Questa è una occasione unica per il nostro Paese, ma aiutare lo sviluppo di queste iniziative richiede sforzi, investimenti, metodi di lavoro e disciplina.

17.00 – SALA DELLA CULTURA

STANARE IL CANCRO
Patrizia Paterlini-Bréchot
Introduce e coordina: Pino Donghi
L’oncologa molecolare Patrizia Paterlini-Bréchot, professore  presso l’Università di Parigi Descartes, ha sviluppato nel 2000, e in seguito commercializzato una tecnica per isolare e caratterizzare le cellule fetali e tumorali che circolano nel sangue (Test ISET). Il dispositivo inventato per rilevare e identificare le cellule tumorali circolanti consiste in un semplice esame del sangue ed è basato sulla dimensione delle cellule tumorali, permettendo di diagnosticare il cancro anche a stati precoci. Nel libro Patrizia Paterlini-Bréchit racconta in prima persona il suo cammino e i passaggi che l’hanno portata a realizzare una promettente invenzione.  Una storia di scienza e di umanità.

17.30 – SANTA MARIA DELLA VITA

NON SOLO CERVELLI! L’ITALIA E’ ANCHE CAPACE DI ESPORTARE ALL’ESTERO MODELLI UTILI ED EFFICACI NELLA GESTIONE DEI SISTEMI SANITARI.
Bruno Biagi
a cura di: Gruppo Villa Maria
Le indagini sociali di questi ultimi anni rivelano una realtà che contraddice alcuni luoghi comuni. In Italia, il sistema sanitario nazionale funziona assai meglio che in Inghilterra e non sfigura nemmeno a confronto con quello tedesco. Com’è ovvio lo sguardo generale sul paese non nasconde differenze, a volte assai marcate, da territorio a territorio. Anche nel privato, l’eccellenza di alcuni modelli è oggetto di attenzione da parte di paesi esteri, simili per condizioni generali socio-demografiche. Per quanto paradossale possa sembrare ai più, la bilancia dell’export italiano può contare sul settore della salute e del benessere.

17.30 – STABAT MATER 

Made in Germany
LARGE SCALE FACILITIES: PRESENTE E FUTURO DELLA RICERCA SCIENTIFICA. UN CONFRONTO ITALIA/GERMANIA
Thomas Hirth
Massimo Inguscio

Jörg Vienken
chairperson: Horst Klinkmann
co-chairperson: Claudio Franceschi
Da quando esiste la Big Science, cioè dopo la seconda guerra mondiale, la ricerca scientifica e i modelli di innovazione sono andati incontro ad esigenze di equipaggiamenti e strutture organizzative collaborazione su scale sempre più ampie  e per questo sono nate le cosiddette Large Scale Facilities che sono infrastrutture che rendono possibile a gruppi che singolarmente non potrebbero accedervi, l’uso di servizi e lo sviluppo di collaborazione, locali, nazionali o internazionali, che sono indispensabili per condurre ricerche e realizzazione innovazioni nei settori di frontiera della scienza e della tecnologia. Mentre il nostro paese si interroga, con grave ritardo, su come colmare il gap creatosi nei decenni passati rispetto a numerosi paesi europei, il confronto con analoghe esperienze maturate in un paese all’avanguardia come la Germania – con celeberrimi  istituti quali il Max Planck e il  Fraunhofer – offre spunti di discussione di rilevante interesse.

18.00 – SALA DI RE ENZO

IN COSCIENZA. COSA E’, COME LA MISURIAMO E PERCHE’ LA POSSIAMO PERDERE
Marcello Massimini
Tipicamente, valutiamo il livello di coscienza di altri individui basandoci sulla loro capacità di interagire con l’ambiente circostante. Tuttavia, sappiamo bene che la coscienza può essere interamente generata all’interno del cervello, in assenza di qualsiasi comunicazione con il modo esterno; ciò accade, quasi ogni notte, quando sogniamo. A causa di questa discrepanza, la presenza di coscienza può essere misconosciuta in pazienti cerebrolesi che emergono dal coma ma non comunicano. Lo sviluppo di una misura oggettiva e affidabile della capacità di coscienza rappresenta una delle grandi sfide per scienza medica.

18.00 – SALA DELLA CULTURA

UNA PANDEMIA SILENZIOSA: IL DIABETE MELLITO
Enzo Bonora
a cura di: Società Italiana di Diabetologia e Fondazione Diabete Ricerca Onlus
Il diabete mellito dilaga. In Italia i casi noti erano circa 1,5 milioni nel 1985 e ora sono circa 4 milioni. Accanto ai casi noti non va dimenticato il milione di persone inconsapevoli della loro malattia. Perché spesso, e talora per anni e anni, il diabete non dà segni di sé. I problemi nascono proprio dalla mancanza di disturbi, dal silenzio clinico. Finché qualcosa non irrompe sulla scena.

19.00 – SALONE DEL PODESTÀ 

Lettura di un Nobel
IL RUOLO DI MR. NO. L’OSSIDO NITRICO COME MOLECOLA PER LA SEGNALAZIONE DIFFUSA
Louis Ignarro
Introduce e coordina: Claudio Borghi
a cura di: Fondazione Internazionale Menarini
La ricerca sull’ossido nitrico (NO) ha avuto uno sviluppo esplosivo dopo la scoperta nel 1986. Le prime azioni biologicamente rilevanti del NO segnalavano come nitroglicerina e nitrovasodilatatori collegati innescassero il rilassamento della muscolatura vascolare liscia liberando NO nel muscolo. Poco dopo si è visto che NO inibisce l’aggregazione piastrinica attraverso meccanismi biochimici specifici. NO agisce come neurotrasmettitore nei sistemi nervosi centrale e periferico, dove modula la memoria, l’apprendimento e la funzione erettile. NO può agire allo stesso modo sul tratto gastrointestinale, le vie aeree e la vescica e sfruttando queste proprietà, sono stati sviluppati nuovi farmaci per trattare l’ipertensione, l’aterosclerosi, l’ictus, l’angina, insufficienza cardiaca, le complicazioni vascolari del diabete, le ulcere gastrointestinali, l’impotenza e altri disturbi vascolari…e molto è ancora da scoprire!