17:30

I tre fratelli che non dormivano mai e altre storie di disturbi del sonno

L’invenzione della video-polisonnografia – la possibilità di registrare le immagini video di un paziente che dorme in un laboratorio illuminato a raggi infrarossi e sincronizzarle con la registrazione polisonnografica – ha impresso allo studio dei disturbi del sonno un’incredibile accelerazione.

Sono stati documentati e classificati negli ultimi trenta anni molti comportamenti atipici che possono comparire esclusivamente durante il sonno. Alcune storie di questi pazienti e della scoperta delle parasonnie di cui erano affetti sono state raccolte nel libro “I tre fratelli che non dormivano mai e altre storie di disturbi del sonno”. In forma narrativa, partendo da osservazioni reali, vengono ripercorse le patologie più frequenti come l’insonnia, la sindrome delle gambe senza riposo, il pavor nocturnus, il sonnambulismo, i sussulti ipnici dell’addormentamento, le paralisi del sonno, ma anche patologie rare come la narcolessia, il disturbo comportamentale del sonno REM, le epilessie notturne, il mioclono propriospinale, la sexsomia, la storia dell’insonnia fatale familiare o casi giudiziari quali violenze e omicidi commessi durante il sonno e casi di intossicazione da farmaci che possono mascherare disturbi di coscienza provocati da intossicazioni endogene.

Quick Info

  • 11 Maggio 2019
  • 17:30
  • Stabat Mater