16:00

Invecchiamento, Alzheimer e Intelligenza Artificiale

La malattia di Alzheimer ad oggi non ha terapie se non alcuni interventi “sintomatici” che non ne modificano il decorso.
Nelle fasi iniziali di insorgenza, spesso non diagnosticate, vi è un deficit della memoria che può essere compensato dalle tecnologie oggi disponibili. Da qui l’idea di un chatbot che possa supportare questa fase della malattia. La possibilità di un “servizio” ritagliato sul singolo malato che offra i numeri, le abitudini, i contatti, il modo ad esempio per rientrare nella propria abitazione. Non è una terapia in sé, ma si tratta un’azione proattiva per chi, a causa della malattia, inizia a perdersi.

Quick Info

  • 10 Maggio 2019
  • 16:00
  • Casa Saraceni